Pizza!

Uno dei miei sogni, oltre a fare l’assaggiatore di pizza professionista, è quello di poter scrivere di pizza. In effetti è facile realizzare questo sogno (che esagerazione): basta accendere il pc, aprire il browser, accedere alla piattaforma su cui è collocato questo blog e iniziare a scrivere. Si, ma questo è un blog di cibo nell’antichità,…

Assicurarsi il futuro di GU

La vita di Tutankhamon continua a rimanere avvolta nella nebbia del tempo. Certo, grazie al ritrovamento della sua sepoltura, intatta, ricca di materiale di eccellenza e quotidiano, si è riusciti a conoscere meglio le magnificenze a cui avevano accesso i sovrani del Nuovo Regno, ma nulla che possa raccontare la reale storia di questo giovane…

Una considerazione generale sulle Oche di GU

Nel leggere la “replica” del dott. Hawass, sulla vicenda delle Oche di Meidum, non posso non confermare la mia difficoltà nel continuare a imbattermi in affermazioni “stantie” che rivelano, quasi sempre, la sola necessità personalistica, di chi le declama, di non arretrare su posizioni, che a ben pensarci nell’economia dell’umanità poco farebbero cambiare il corso…

Come si cucina un geroglifico

Abbiamo già parlato della Tilapia, ovvero di questo pesce nilotico che rientrava nella dieta del popolo egizio e veniva spesso raffigurato anche come simbolo di rinascita dal momento che la femmina ha la particolarità di ‘covare’ in bocca le uova. La zona di Luxor è una zona dove si conservano ancora antiche tradizioni, anche alimentari,…

Le mille e una pagnotta di Marta Berogno

Le forme di pane nell’ antico Egitto erano innumerevoli…cominciamo a conoscerne alcune: quelle circolari e quelle coniche. Innanzitutto le forme di questi pani derivavano da forme in terracotta entro le quali venivano fatti cuocere, queste forme sono state ritrovate negli scavi sia in contesti abitativi, sia nei pressi di templi che in depositi di fondazione.…

Storia di monumenti in viaggio di G.U.

Non accennerò alla querelle estiva sui Bronzi si, Bronzo no all’Expo di Milano. Il caso è talmente sfaccettato, soprattutto per l’attuale e nuova sensibilità in ambito della conservazione dei beni culturali, che non è il caso di affrontarlo in poche righe, liquidando poi il tutto con un inutile e fastidioso autoreferenziale “secondo me”. Racconterò, invece,…