Assicurarsi il futuro di GU

La vita di Tutankhamon continua a rimanere avvolta nella nebbia del tempo.
Certo, grazie al ritrovamento della sua sepoltura, intatta, ricca di materiale di eccellenza e quotidiano, si è riusciti a conoscere meglio le magnificenze a cui avevano accesso i sovrani del Nuovo Regno, ma nulla che possa raccontare la reale storia di questo giovane fanciullo. Possiamo si commuoverci nel vedere la sua sedia o gli accessorri, possiamo stupirci davanti a tutto quell’oro, posiamo appassionarci nel sapere della presenza di tutte quelle anfore di vino, ma altro su Tutankhamon non possiamo conoscere.
Abbiamo una certezza, però, che dopo la sua morte, Ankhesenamon, la giovane sposa, cercò di non perdere poteri e privilegi. Pare che per mantenere il proprio stutus andò a cercare, tramite corrispondenza, marito tra i figli dell’allora re Ittita. La vicenda non si risolse in fretta: una prima risposta diffidente fu data dal re ittita, seguita da una sorta di “implorazione”” della giovane, ma, soprattutto, non sappiamo come andò a finire, perché, a un certo punto, si perde traccia della corrispondenza tra il sovrano e la vedova. (Nella foto: Incisione su avorio di Tutankhamon col bastone, e sua moglie Ankhesenamon – Kenneth Garrett, National Geographic-)
incisione-su-avorio-di-tutankhamon-col-bastone-e-sua-moglie-ankhesenamon-kenneth-garrett-national-geographic

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...