Ultima cena da Assisi

Ecco un nuovo post su un altro capolavoro che ha per oggetto L’Ultima Cena. Vi porto ad Assisi, all’interno della Basilica inferiore di San Francesco, per raccontarvi un affresco realizzato da Pietro Lorenzetti, pittore italiano, uno dei maestri della scuola senese.

L’affresco, realizzato nel primo ventennio del XIV secolo, contiene una serie di elementi decisamente interessanti: la scena dell’Ultima Cena si svolge all’interno di una struttura esagonale, finemente realizzata e ricca di particolari. Una tavola rotonda accoglie Gesù e i suoi apostoli, tutti seduti su scranni decorati. L’apostolo Giovanni è reclinato sul petto di Gesù, mentre Giuda è rappresentato nell’atto di prendere il boccone come riportato dal racconto evangelico.

Una timida luna è presente in alto a sinistra.

Accanto alla scena principale, il Lorenzetti ha realizzato uno scorcio realistico, rappresentando un ambiente, una cucina,  dove si svolge un’azione di vita quotidiana  con il padrone di casa o cuoco, un servo immortalato nell’atto di pulire un piatto, un cane e un gatto mentre mangiano gli avanzi. Una dispensa e il camino chiudono la scena.

800px-Pietro_lorenzetti,_ultima_cena,_assisi_basilica_inferiore,_1310-1320

Quali alimenti avremmo potuto trovare nel 1300 su una tavola riccamente addobbata come quella realizzata dal Lorenzetti?

In onore del Lorenzetti, maestro senese, vi propongo una ricetta tratta da“Frammento di un libro di cucina del secolo XIV”, scheda 20, la stessa chesi ritrova in un menù festivo di martedì 23 dicembre 1326, a Siena.
“Togli li polli, ismembrali, poi li soffriggi col lardo fresco et uno poco di cipolla tagliata a traverso.
Quando è a mezzo cotto, togli latte di mandorle et istempera con buglione et uno poco di vino, e metti con questi polli et iscema in prima del grasso s’egli è troppo, e mettivi cennamo trito col coltello e pochi garofani.
E quando s’apparecchia, mettivi susine secche, datteri interi, alquante noci moscate tritate et uno poco di midolla di pane abbrusciata, bene pesta e stemperata con vino e con aceto. Questa vivanda vuole essere agra e dolce, e guarda li datteri che non si rompano”.
Prendi i polli, falli a pezzi e friggili nel lardo fresco insieme a un pò di cipolle tagliate per traverso. A metà cottura, prendi del latte di mandorle, stempera con del brodo e un pò di vino, e aggiungilo ai polli dopo aver levato un pò di grasso se è troppo; aggiungi cannella tritata col coltello e qualche chiodo di garofano.E quando si prepara aggiungi susine secche, datteri interi, un pò di noce moscata in polvere e un pò di mollica di pane arrostita, ben pestata e stemperata in vino e aceto. Questa vivanda deve essere agrodolce. Fai attenzione a non rompere i datteri.”
Preparazione: 1 pollo – 80 g di lardo – 2 grosse cipolle – 8 prugne – 10 datteri – 2 fette di pane – 20 cl di vino bianco – 5 cl di aceto – 10 cl di brodo – qualche scorza di cannella – 3 chiodi di garofano – 1 puntina di noce moscata – latte di mandorle -1/2 litro d’acqua
Preparazione: Arrostire il pane ed eliminarne la crosta per conservare solo la mollica. Tagliare il pollo a pezzi, rosolarlo nel lardo fuso insieme alle cipolle. Realizzare un composto con  il latte di mandorle,  10 cl di vino bianco e il brodo. Una volta che il  pollo raggiunge un colore diverso si deve salare e aggiungere il composto liquido preparato; aggiungere anche un pezzetto di cannella tritata, i chiodi di garofano; lasciare per trenta minuti circa il tutto a sobbollire .A parte, scaldare la mollica sbriciolata con  il resto del vino e l’aceto; aggiungere  i datteri, le prugne snocciolate e la noce moscata. Togliere dal fuoco non appena la salsa si addensa.  Per servire, prendere le prugne e i datteri della seconda preparazione, che devono rimanere interi, e disporli intorno al pollo. Versare il liquido contenente la mollica di pane sul preparato principale.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...