Gerusalemme..duemila anni fa….? di M.B.

Gerusalemme città divisa..no, non sto scrivendo un articolo d’attualità, siamo a Gerusalemme al tempo di Gesù…Il giudaismo, all’epoca, era diviso in fazioni, che allora come ora, riguardavano non solo l’ambito religioso ma anche quello civile; questi gruppi si differenziavano per il modo di porsi verso i dominatori romani e per il modo di interpretare le Sacre Scritture..
tempio
Nella Guerra Giudaica, lo storico, Flavio Giuseppe ci dà la descrizione di tre sette del tempo, le principali: sadducei, farisei ed esseni.
Partiamo dalla questione religiosa: Sadducei, il loro nome derivava da Sadòk, sommo sacerdote al tempo di Salomone, essi ammettevano solo la legge scritta, per loro tutto dipendeva dall’uomo, non vi era aldilà, l’anima moriva col corpo, non vi era resurrezione, non esistevano nè angeli nè demoni (alla faccia di Dan Brown!)…
Farisei, il nome significa “separati”, separati da tutto ciò che non era giudaico, da tutto ciò che era impuro, credevano nella resurrezione dei giusti, oltre alla legge scritta ‘torah’ consideravano sacra anche la tradizione orale, ovvero l’interpretazione della legge scritta, difatti, per loro, i precetti dati da Dio a Mosè erano 613: 365 positivi e 248 negativi, alcuni in contraddizione con altri, quindi bisognava stabilire quale fosse il più importante, esistevano angeli e demoni,e Dio aveva il controllo di tutte le cose, ma anche l’uomo poteva contribuire alla propria vita…
Esseni, una comunità di tipo monastico che viveva sulle rive del Mar Morto, vivevano in comune, in meditazione, attendendo la venuta del Messia; per loro tutto era determinato da Dio, credevano nell’immortalità dell’anima di buoni e cattivi, secondo loro il Tempio era ormai un luogo contaminato, e l’idea di alcuni di loro di isolarsi era per evitare le contaminazioni…
qumran
Politicamente..I Sadducei, appoggiavano la dominazione romana, collaboratori della casa regnante, erano l’aristocrazia, i membri delle famiglie sacerdotali, numericamente inferiori ai farisei, detenevano, comunque, il potere religioso e politico, all’epoca dominavano il sinedrio (‘consiglio’, ‘assemblea’ preposta all’emanazione delle leggi e alla gestione della giustizia), e da loro uscivano i sommi sacerdoti, ma dopo la caduta della città nel 70 d.C. sparirono..
I Farisei, l’unico gruppo che sopravvive alla distruzione di Gerusalemme da parte dei romani, appartenevano alla casse sociale media, mercanti, uomini d’affari, per questo esercitavamo una forte influenza sul popolo, nel Sinedrio erano in minoranza ma con il favore del popolo, controllavano alcune decisioni…erano quelli che ‘andavano per la maggiore’…
Tra i Farisei, vi era un gruppo ‘zelante’, gli Zeloti che concordavano con i farisei per le questioni dottrinali, ma erano molto più ‘politici’, la loro libertà religiosa era, per loro, sinonimo anche di indipendenza nazionale, non rifiutavano l’uso della violenza, qualora fosse stata necessaria, morire in battaglia era un martirio in nome di Dio…. si ribelleranno a Roma…
Sono passati 2000 anni….
gioco
che un domani l’unico ‘scontro’ possa essere questo…

Marta Berogno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...