Menù “Tra Esodo e Odissea”

Un menù di sette portate per raccontare le tradizioni culinarie che si spostano e si trasformano o i nuovi tabù alimentari che compaiono sulle tavole di popolazioni e civiltà in continuo movimento.
20130619-181822.jpg
Ogni popolo, che si è mosso in passato per i motivi più disparati, portava con se le proprie abitudini alimentari e, venendo a contatto con altre civiltà, da una parte ne assorbiva di nuove, dall’altro imponeva le proprie, creando un risultato originale.
20130619-182150.jpg
Le civiltà antiche sono state più permeabili di quanto si possa immaginare e più dinamiche di quanto si rammenti. Le linee di confine sono state sempre fluttuanti, soprattutto per gli scambi culturali e commerciali, alimenti compresi.
20130619-182257.jpg
L’Esodo e l’Odissea sono due episodi letterari apparentemente distanti tra di loro. Distanza che si annulla per il periodo cronologico perché entrambi “gli episodi” vengono contestualizzati all’incirca nello stesso periodo; anche le aree geografiche interessante non sono così lontane: infatti, un’analisi più approfondita consente di far emergere dei punti di contatto insospettati.
20130619-182407.jpg
Nel momento in cui in cui le tribù di Israele guidate da Mosè e Giosuè conquistarono una parte dei territori di Canaan, gruppi di Fenici abbandonarono quei territori per raggiungere e insediarsi lungo tutta la costa dell’Africa del Nord. I luoghi raccontati da Omero nell’Odissea, con ogni probabilità, erano i frutti dei racconti e delle conoscenze dei luoghi del bacino del Mediterraneo di mercanti e marinai. E ancora: tornando indietro nel tempo si scopre che Abramo, prima di partire alla ricerca della terra promessa, viveva in Mesopotamia negli stessi anni in cui è stata immortalata su tavolette d’argilla la più antica raccolta di ricette fino a oggi pervenutaci.

20130619-182507.jpg
Tra racconti e degustazioni, un incredibile viaggio gastronomico nel passato in cui si mangia, si ascolta, si guarda, si chiacchiera e si mangia nuovamente.

Non c’è alcuna rievocazione storica, ma c’è il piacere di stare a tavola, scoprendo qualcosa di più sulle origini e gli sviluppi della nostra alimentazione, facendo cultura a tavola.

Foto di Davide Posenato

br />

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...