Tortino di carne all’Hammurabi

“Rinse crushed grain, then soften it in milk and add to it, as you kneed it, salt, samidu, leeks and garlic along with enough milk and oil so that a soft dough will result which you will expose to the heat of the fire for a moment. Then cut it into two pieces. Take a platter large enough to hold the birds. Place the prepared dough on the bottom of the plate. Be careful that it hangs over the rim of the platter only a little. Place it on top of the oven to cook it. On the dough which has already been seasoned, place the pieces of the birds as well as the gizzards and pluck. Cover it with the bread lid [which has meanwhile been baked] and send it to the table.”

Ricostruiamo questa ricetta contenuta nella tavoletta YBC 8958  del 1750 a.C circa, il periodo di Hammurabi, scritta in cuneiforme (lingua paleo babilonese) decifrata dagli studiosi della Yale University. La traduzione esistente è letterale, in questa sede proviamo a “tradurla” per le nostre tavole.

A-YBC 8958-recipes

 “Lavare il grano schiacciato (il famoso burghul mesopotamico)  e ammorbidirlo nel latte; aggiungere sale, samidu, porri e aglio e olio. Lavorare in modo da ottenere un impasto morbido e aggiungere latte a sufficienza a tale scopo. Esporlo al calore per qualche minuto. Dividere l’impasto in due pezzi”.  Da questo punto la situazione si fa ingarbugliata: “Prendere un piatto di grandi dimensioni che contenga i volatili. Stendere uno strato di impasto sul piatto e fare in modo che  ne scenda poco dal bordo (per poi coprire i bordi in un secondo momento?) e mettere a cuocere nel forno. Porre sulla parte superiore del forno per cuocerlo. Sulla pasta che è già stata condita, disporre i pezzi degli uccelli e le ventriglio e pizzicare. Coprire con il coperchio di pane e inviarlo al tavolo”.

Una prima ricostruzione: ipotizzare che la carne dei volatili sia distesa sull’ impasto e coperta dal secondo strato di impasto ( l’indicazione era di dividerlo in due, anche se con cotture diverse) e messo tutto a cuocere nel forno, come una torta di carne. Proviamo la torta di carne?

 Ingredienti per il ripieno: tre etti di carne macinata, aglio, cipolla, 1 etto di formaggio, latte, porri

Per la pasta oggi ci concediamo la pasta sfoglia a rotoli già pronta (vizi moderni).

Preparazione

Fare soffriggere i tre etti di carne macinata con cipolla e aglio e lasciare raffreddare il tutto. In una terrina mettere i porri tritati, la carne macinata, un cucchiaio di latte, sale e pepe. Amalgamare bene il tutto. Stendere sopra una teglia il primo strato di pasta sfoglia facendo attenzione da avere pasta sufficiente da copre tutto il bordo. Punzecchiare con una forchetta e aggiungere sopra l’impasto di carne. Chiudere il tutto con il secondo totolo di pasta sfoglia e infornare per 30 minuti con forno già caldo a 180 gradi.

 1295456137

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...