Orata di Efeso

“Non ti dimenticare la grassa orata di Efeso che alcuni chiamano ionisco. compra questa sacra creatura del sacro Selino, lavalo con cura e poi cuocila nel forno e servila intera anche dovesse misurare dieci cubiti”. (Archestrato di Gela).
Come concentrare la storia di una cittadina come Efeso che nel II secolo d.C doveva raggiungere i quattrocentomila abitanti? O che gli scavi, condotti in questa colonia greca dell’Asia minore poi passata sotto il dominio romano, hanno restituito i resti di un tempio dedicato a Artemide e che tale struttura nel VI sec. a.C era imponente, realizzata in marmo, in stile ionico e a doppio colonnato? O che si conservano tratti della cinta muraria, fatta realizzare da Lisimaco, costituita da grandi blocchi litici con torri quadrangolari? Impossibile! Diamoci alla ricetta.
Ingredienti: orata, aceto (anche se oggi preferiamo il limone), timo, alloro, prezzemolo, sale, olio.
Tempo di preparazione: 30 minuti
Pulire bene l’orata togliendo le squame e le viscere, sciacquare sotto un getto di acqua corrente. Realizzare un’incisione sul lato anche per agevolare la cottura. Preparare a parte in una ciotola: timo, alloro, prezzemolo,sale, olio tutto tritato e che si andrà a disporre all’interno della pancia del pesce. Fare una spruzzata di aceto.
In una pirofila per il forno versare un filo di olio ( Innaffiare con il vino bianco, strappo alla regola).Mettere in forno a 160 gradi.

20130508-190744.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...