Torta ai pistacchi

“Il frassino e il terebinto che oggi in Siria si chiama con il nome di pistacchi” (Ateneo, I Deipnosofisti. I dotti a banchetto. Libro XIV, 649d-e)
Togliere dai pistacchi la pellicina, sfregandoli fra le mani e poi tritateli quasi a polvere.
In una terrina, sbattere delle uova e aggiungere del miele per addolcire l’impasto le uova.
Aggiungete l’olio d’oliva, il latte e un pizzico di sale. Mescolare con un cucchiaio di legno, poi unire i pistacchi tritati, la farina e la levatina (vi ricordate, vero?).
Lavorare il tutto per una decina di minuti e trasferire in una teglia rotonda, imburrata e infarinata, e livellatene la superficie.
Fate cuocere la torta nel forno preriscaldato (180 gradi) per circa 40 minuti.

20130422-211406.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...