Il panino del viandate

I reperti anatomici fin qui ritrovati mettono in evidenza la presenza di poche carie sulle dentature dei antichi Egizi, elemento indicatore di una probabile dieta scarsa di zuccheri (personalmente aggiungerei: il campione è su ciò che è stato rinvenuto e i resti appartengono tendenzialmente alle upperclass). Da quello che stiamo verificando, le abitudini alimentari porterebbero in un’ altra direzione: quella del gran lavoro per i dentisti dell’epoca!
Sul famoso papiro Ebers (papiro del 1530 a.C. circa, un vero trattato medico di medicina generale) è presente un ottimo rimedio per “Inizio dei rimedi per rafforzare un dente: farina di farro 1;ocra 1; miele 1. Amalgamare, se ne otturerà il dente”.
Per il pranzo di oggi, in previsione di una gita fuori porta o di un picnic, proponiamo il “panino del viaggiatore”: prendere dei morbidi pani cotti al forno e togliere il ripieno. Preparare un gustoso impasto con del miele, della menta, un po’ di pepe, del coriandolo e del formaggio salato. Aggiungere un filo d’olio. Riempire i pani con l’impasto e il “panino del viaggiatore” è pronto.
Chissà quanti di questi pani imbottiti sono stati mangiati lungo la strada che portava ad Abido?
(Trovate gli ingredienti, apparentemente, fuori contesto)

20130414-123044.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...