Un bel Made in Ta mery…e tante parole in meno

Sulle piramidi collocate sulla piana di Giza, sono fiorite le teorie più disparate, che non elenco anche per il solo motivo che non sono così coinvolto su tale argomento. Agli occhi dei più accaniti “misterici a tutti i costi”, le teorie accademicamente accreditate sembrano risibili (idem il contrario) e poco supportate da dati. Questione di prospettive e punti di vista. Una cosa, comunque, è certa: le piramidi non erano quelle di ora!

No, non intendo dire che sono state sostituite, prelevate o ufisizzate; mi riferisco al fatto che il loro aspetto non era esattamente come quello che vediamo adesso. Oltre al rivestimento esterno che avevano, pare fossero anche decorate e colorate!
La parola dovremmo lasciarla ai cronisti arabi. Ad esempio Abdel el -Latif, intellettuale e scrittore vissuto verso la fine del 1100 d.C. Che ci racconta come questi monumenti erano stati a rischio di tentativi di distruzione da parte del sultano Aziz Othman ben Yousef ( il fratello del famoso Saladino) e che la distruzione avrebbe comportato la perdita di questi enormi monumenti  scritti (incomprensibili) ; Ali Ansar el Budi, invece qualche anno prima del tentativo di distruzione e abbattimento,  aveva già registrato  e annotato che la grande Piramide era rivestita di scritte realizzate con un carattere a lui non conosciuto.
A supportare questa annotazione, se ne trova un altra di circa 20 anni più vecchia (1140 circa), lasciataci da Salh  Ahmed Quassam che ribadisce la presenza di scritte, ma aggiunge “nitide”.
Purtroppo come ben sappiamo il rivestimento delle piramidi è stato utilizzato, come materiale di riuso, per costruire moschee e strutture al Cairo. Non sapremo mai con certezza cosa poteva esserci scritto sopra, certo che, dovessimo immaginarcele, le tre piramidi sarebbero state sicuramente ancora più affascinanti. E con le scritte, forse, finalmente, si sarebbero acquietate tutta una serie di teorie strampalate. Bastava un bel “made in Ta mery” ( la terra amata, ovvero come gli antichi egizi erano soliti chiamare la loro terra)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...